durata pneumatici invernali

Che Durata hanno gli Pneumatici Invernali?

L’inverno si avvicina ed è tempo, in tutta Italia, di sostituire le gomme estive con quelle invernali. Tante domande e dubbi affliggono allora l’automobilista distratto e impreparato.

Il meno informato potrà ad esempio chiedersi: è obbligatorio cambiare gli pneumatici? La risposta è ovviamente sì e il nostro precedente articolo aiuterà a risolvere ogni perplessità a riguardo – Quando scatta l’obbligo gomme invernali?

C’è chi invece di obblighi e normative sa già tutto ed è pronto a rispolverare dal magazzino le gomme di un inverno fa. Il dubbio è ora un altro: quanto durano gli pneumatici da neve? Dopo quanti inverni occorrerebbe cambiarli?

Diciamo subito che è impossibile determinare una scadenza precisa di uno pneumatico, invernale, estivo o multi stagione che sia.

I fattori che influenzano l’usura e le prestazioni di una gomma sono tanti, molte volte incalcolabili. Stress, sollecitazioni, stile di guida e molto altro… Più che conoscere la durata di uno pneumatico invernale, è importante controllarne l’efficienza e le condizioni dopo ogni utilizzo.

Cosa fa invecchiare gli pneumatici invernali

I produttori assicurano un’aspettativa di vita fino ai 10 anni. La realtà, e soprattutto l’esperienza, ci insegnano tuttavia che è difficile aspettarsi da uno pneumatico invernale più di 7 anni di servizio. Questo perché processi fisici e chimici concorrono a deteriorare le gomme anche durante il cosiddetto periodo di stoccaggio (quando cioè gli pneumatici invernali sono a risposo in garage in attesa della fredda stagione).

Le condizioni climatiche giocano poi un ruolo nevralgico, così come le condizioni di utilizzo (pressione e manutenzione dello pneumatico su tutte). Queste le variabili che incidono sulla durata di una gomma invernale:

  • sbalzi di temperatura e avversità climatiche;
  • chilometraggio giornaliero e stile di guida;
  • peso e tipologia del veicolo;
  • qualità della manutenzione e della pressione gomme;
  • modalità di conservazione durante il periodo estivo (umidità, luminosità, esposizione a solventi, possono influire non poco sull’integrità della gomma durante lo stoccaggio);

Come aumentare la durata degli pneumatici invernali

Stabilire l’aspettativa di vita di uno pneumatico è difficile. Meglio allora adoperarsi per prolungarne la durata. Ecco alcuni utili consigli che ogni automobilista, più o meno esperto, dovrebbe seguire per godere delle proprie gomme da neve per più e più inverni:

  • controllare periodicamente la struttura delle gomme (fori o deformazioni sono inconfutabili segni di invecchiamento prematuro);
  • conservare gli pneumatici in buono stato, lontano dall’umidità e dalla luce diretta;
  • controllare regolarmente la pressione delle gomme invernali;
  • misurare lo spessore del battistrada.

Proprio questo punto ci proietta ad un’importante conclusione. Lo spessore del battistrada è il principale indizio di usura e invecchiamento di uno pneumatico, e non solo invernale.

Sia il buon senso che il codice della strada impongono di pensionare e sostituire le gomme quando il battistrada è inferiore a 1,6 mm. Anzi, in caso di neve abbondante sull’asfalto le gomme termiche perdono addirittura di efficacia sotto i 4 mm di spessore. La situazione va quindi valutata in base al contesto e le condizioni climatiche.

Tagli, deformazioni, usura asimmetrica, non conformità alle raccomandazioni del costruttore sono poi altri fattori che ci aiutano a capire quando è ora di sostituire le nostre gomme invernali.

Se è impossibile stabilire che durata hanno gli pneumatici invernali, è più realistico capire come e quando cambiarli.

obbligo gomme invernali

Quando Scatta l’ Obbligo Gomme Invernali

Scatta l’obbligo gomme invernali: cambiale con VS GOMME – risparmi fino a 100€fino ad esaurimento scorte,
chiama subito 0432 800560

Con l’arrivo dell’inverno e delle basse temperature, i nostri pneumatici corrono ai ripari. Anche quest’anno, dal 15 novembre al 15 aprile scatta l’ obbligo gomme invernali o delle catene a bordo.

Gli automobilisti sono quindi obbligati a montare i cosiddetti pneumatici da neve per non incorrere in sanzioni penali e per rispettare gli stringenti standard di sicurezza che impone la fredda stagione. Benché applicata in tutta Italia, la norma prevede sostanziali differenze da regione a regione, per questo è importante fare maggior chiarezza sull’argomento.

Nello specifico risponderemo a queste domande:

  • Cosa dice la normativa? E quali sono le sanzioni?
  • Quali pneumatici rientrano nella categoria “invernale”?
  • Dove e come subentra l’obbligo di montare catene o gomme da neve?

Obbligo gomme invernali: legge e sanzioni

Montare gomme termiche durante il periodo invernale è importante per due fondamentali ragioni: sicurezza e rispetto del codice stradale. La legge 120 del 29 luglio 2010, più precisamente, dispone che “è necessario che i veicoli siano muniti ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio“. L’ obbligo gomme invernali scatta in Italia dal 15 novembre al 15 aprile, ma il periodo di validità può variare da regione a regione e, in alcuni casi, anche da provincia a provincia.

In caso di mancata osservanza non tardano a fioccare le sensazioni: si va dai 41 euro nei centri abitati ad un massimo di 318 euro in autostrada.

Due, pertanto, gli accorgimenti per non incorrere in multe salate e spiacevoli:

  • tenere a bordo catene da neve omologate con i propri pneumatici;
  • equipaggiarsi di gomme invernali per tutto il periodo indicato.

La seconda alternativa è la più consigliata. Non tanto a livello normativo (il codice della strada non fa distinzioni tra pneumatici invernali e catene da neve), quanto a livello prativo. Le gomme termiche sono infatti più indicate per lunghi viaggi e per le tratte ad alta velocità come autostrade e tangenziali. Inoltre, sono più efficaci contro l’asfalto ghiacciato. Resta da chiedersi: come si identifica uno pneumatico invernale?

Gomme invernali: i requisiti di sicurezza

Le gomme da neve (o termiche) si distinguono innanzitutto dalla sigla M&S impressa sulla spalla, assieme al simbolo del fiocco di neve. La morbida mescola in silice di questi pneumatici, unita al particolare disegno del battistrada, consente un’impeccabile tenuta di strada anche al di sotto dei 7 gradi.

Non si tratta dunque di una mera questione legislativa. Le gomme invernali assicurano una guida sicura anche di fronte alle maggiore avversità climatiche, facilitano il controllo del veicolo in caso di ghiaccio o asfalto bagnato e diminuiscono di non poco il rischio incidenti.

Obbligo catene o gomme invernali in Friuli e nelle altre regioni

Come già accennato, l’obbligo di dotazioni invernali non è lo stesso per tutti gli automobilisti. Dipende in gran parte dalle regioni e dalle esigenze dei diversi enti territoriali. In Val d’Aosta e alcune zone del Piemonte, ad esempio, l’inizio è anticipato di addirittura un mese, il 15 ottobre. All’estremo opposto dello stivale, spicca invece la decisione della Sicilia di restringere il periodo dal 15 dicembre al 15 marzo. Molto frammentata la situazione in Toscana, Emilia Romagna e Lombardia (in provincia di Varese, ad esempio, l’obbligo scade il 15 marzo, mentre a Cremona il 31 dello stesse mese).

L’ obbligo catene o gomme invernali in Friuli Venezia Giulia va dal 15 novembre al 15 aprile, periodo dunque nella media nazionale. Per ulteriori informazioni su pneumatici invernali e obbligo di catene a bordo ad Udine e in tutto il territorio friulano non resta che rivolgersi al gommista di fiducia: VS gomme è operativo a Fagagna per un servizio di assistenza pneumatici completo e preciso: il cambio gomme stagionali non sarà più un problema.

Scatta l’obbligo gomme invernali: cambiale con VS GOMME – risparmi fino a 100€fino ad esaurimento scorte, chiama subito 0432 800560