omologazione cerchi in lega

Cerchi in Lega: Vantaggi e Svantaggi

Perché molti automobilisti spendono fior fior di euro per i cerchi in lega della propria auto? È una mera questione estetica o c’è del tecnico?

Quello dei cerchioni è un modo da scoprire. Quando si parla di ruote si pensa subito agli pneumatici, al loro livello di pressione, l’usura del battistrada e i metodi di gonfiatura. Eppure, i cerchi in lega hanno una funzione fondamentale: assicurano la perfetta forma circolare di una ruota e, quindi, una guida sicura e il più possibile uniforme.

Grandi, piccoli, leggeri, pesanti, rigidi, maneggevoli, quella dei cerchi in lega è una vita “a pieni giri”. Scopriamo i principali vantaggi e il relativo rovescio della medaglia, pardon del cerchione, di questo immancabile e tondo compagno di viaggio.

I vantaggi dei cerchi in lega (rispetto ai cerchi in acciaio)

C’è una sottile ma sostanziale differenza che corre tra un cerchio in lega (tipicamente d’alluminio, ma ultimamente anche di carbonio) è un cerchio in acciaio. Tale distinzione porta una serie di pro e contro che occorre tenere a mente quando si va alla ricerca del giusto cerchione.

Tra i vantaggi delle intelaiature in alluminio figurano:

  • I cerchi in lega sono molto più leggeri rispetto ai cuginastri in acciaio, consentono perciò maggior grip, migliori perfomance di accelerazione e frenata e un più generale comfort di guida.
  • Risparmio nei consumi. Ma un cerchione leggero è anche un cerchione che non mette sotto sforzo gli pneumatici. E pneumatici che non sono sotto sforzo sono pneumatici in grado di ottimizzare il consumo di carburante (ricordiamo che emissioni di CO2 e consumo di benzina sono strettamente correlati alla resistenza al rotolamento di una ruota!). L’equazione, insomma, ci dà ragione.
  • Discorso prettamente estetico: i cerchi in lega possono essere customizzati seconda un’infinita varietà di design. Ebbene sì, tanto per rispondere al quesito iniziale, un cerchione in lega è sia estetica che tecnica. Sapere bilanciare le due proprietà è il vero segreto per un investimento che sappia soddisfare.

Gli svantaggi dei cerchi in lega

Non tutte le ciambelle escono col buco, e neanche tutti i cerchi in lega! Detto dei pro, ci infiliamo dunque nell’antro dei contro delle soluzioni in alluminio, per fornire un quadro più che completo.

  • Scarsa durabilità. Flessibilità, non è sempre sinonimo di performance, ecco perché i cerchi in lega sono forse troppo cedevoli per le strade accidentate o comunque non esattamente regolari. L’alluminio tende a piegarsi facilmente in caso di sollecitazioni esagerate, perfino rompersi quando i colpi sono prolungati. Il monito è quindi uno solo: non addentriamoci in strade di campagna se montiamo cerchi in lega 😀
  • Danni superficiali. A differenza delle controparti in acciaio, i cerchi in lega sono meno immuni da ammaccature, graffi, ma anche sale sull’asfalto e detergenti. Un occhio di riguardo, dunque anche alla pulizia.
  • Costo elevato. Come sempre, il conto si paga alla fine. Prestazioni ed esteticità del prodotto, d’altronde, si pagano ed è per questo che i cerchi in lega rientrano in una gamma di prezzo abbastanza alta.
gonfiare gomme con azoto

Gonfiare Gomme con Azoto: Serve Davvero?

Oggi tratteremo una nuova frontiera del mondo della cura delle gomme auto: la gonfiatura con azoto.

Se ti stai chiedendo se è veramente possibile gonfiare gli pneumatici dell’auto con l’azoto puro sei nel posto giusto.

Cerchiamo di rispondere con un’importante premessa: generalmente la gonfiatura gomme prevede l’utilizzo di aria compressa che, in grande parte (circa il 78%), contiene azoto, il gas inerte per eccellenza. Difatti le proprietà dell’azoto si presterebbero perfettamente per “nutrire” gli pneumatici e garantire loro una pressione corretta e stabile. Il noto gas è infatti privo di umidità, ossigeno e impurità, tutte condizioni ideali per una gonfiatura in grado di ottimizzare le prestazioni di auto, moto, ma anche camper, furgoni, mezzi pesanti e perfino veicoli dotati di dispositivo TPMS.

Tuttavia non tutti gli esperti concordano. Tale teoria appare ai più un mito, una manovra commerciale pensata per sfilare qualche soldo in più agli automobilisti, poco più performante rispetto al classico gonfiaggio ad aria compressa.

Serve davvero allora gonfiare le gomme dell’auto con l’azoto puro? Vediamo alcuni dati che confermano la “teoria dell’azoto.

I vantaggi dell’azoto rispetto all’aria complessa

Vediamo i vantaggi innegabili che il buon vecchio nitrogeno presenta rispetto all’aria compressa.

  • Maggiore durata degli pneumatici. L’assenza, tra le tante, di anidride carbonica preserva le cinghie metalliche interne dalla ruggine; la mancanza di umidità invece rallenta il naturale riscaldamento delle gomme, soprattutto nei veicoli sottoposti a temperature elevate come quelli sportivi.
  • Costanza di pressione. L’azoto manterrebbe la pressione delle gomme più a lungo, a tutto beneficio della vita dell’automobilista e delle performance di guida del veicolo. Questo perché il gas inerte non è permeabile come l’ossigeno e quindi si trattiene più a lungo all’interno dello pneumatico.
  • Migliori prestazioni di guida, Come diretta conseguenza di una pressione costante e ottimale, le gomme nutrite ad azoto garantirebbero una maggior tenuta di strada, nonché maneggevolezza, stabilità, aderenza in frenata e un perfetto controllo nei casi di acqua planning.
  • Minor rischio di esplosioni. L’azoto è inerte e ignifugo; in caso di urti, pertanto, non dovrebbe esporre al pericolo di incendio dello pneumatico. Questo è difatti il punto più dibattuto tra “filo-nitrogeni” e oppositori, in realtà pare che la gomma sia sì più tutelata dalle esplosioni, ma di poco rispetto alle classiche gonfiature.
  • Risparmio di carburante. Le molecole d’azoto diminuiscono il deterioramento delle gomme, aumentando quindi la resistenza al rotolamento. Il fenomeno, come risaputo, incide positivamente sul consumo del carburante.

Quando conviene gonfiare le gomme con l’azoto

Il periodo prediletto per utilizzare l’azoto è l’estate. Il motivo è abbastanza intuitivo.

Se è vero che la calda stagione, con le sue alte temperature, è un nemico sempre fastidioso per gli pneumatici auto, è ancor più vero che l’assenza di umidità nell’azoto ne rallenta il riscaldamento interno.

Il gas inerte migliora le prestazioni e la pressione delle gomme auto soprattutto d’estate, dunque, e il discorso può applicarsi anche alle vetture sportive.  Durante le competizioni estreme, infatti, gli pneumatici sono messi maggiormente sotto pressione e raggiungono temperature elevate. L’azoto consente un comportamento più lineare, mantenendo costante la pressione e proteggendo perfino da eventuali forature.

La gonfiature gomme ad azoto non fa miracoli ma è una valida alternativa per diverse situazioni di guida. Quello che più conta è come sempre la sicurezza. Assicuriamoci allora di tenere sempre sotto controllo la pressione dei nostri pneumatici, soprattutto d’estate e prima di un lungo viaggio. Che si scelga l’azoto o l’aria compressa, poi, poco importa.

Pronto per passare al “lato azoto” delle gomme? Vs Gomme a Fadanga, in provincia di Udine, fornisce un servizio attento e innovativo di gonfiature gomme ad azoto per ogni tipo di veicolo, anche per quelli dotati di TPMS.

Superservice: la copertura assicurativa pneumatici contro gli urti!

Se hai deciso di cambiare pneumatici per la tua auto, sei nel posto giusto.

Oggi parleremo infatti di Super Assistance, l’assicurazione gratuita offerta da Superservice contro gli urti, danni accidentali e atti vandalici.

La copertura assicurativa Superservice è un’esclusiva Goodyear e Dunlop e garantisce, entro un anno dalla data d’acquisto la sostituzione immediata delle gomme danneggiate irreversibilmente.

Proprio così .

Il gioco è quindi semplice. Devi effettuare il cambio gomme perché il battistrada è troppo consumato o per qualsiasi altro motivo? Acquistando da due a quattro pneumatici marca Goodyear e Dunlop sei garantito per tutto l’anno in caso di urti e danni vandalici/accidentali.

E non solo! Nell’assicurazione è incluso il traino stradale gratuito fino al centro più vicino.

Come funziona Super Assistance

Il servizio assicurativo offerto da Superservice, l’avrai capito, è veramente semplice e conveniente. Ma se proprio vuoi avere il quadro chiaro e veramente completo, cerchiamo di capire come funzione la copertura assicurativa rispondendo ad alcune semplici domande.

A chi è destinata la garanzia sugli pneumatici?

Chiunque, sul territorio nazionale, può godere della promozione. Basta acquistare i nuovi pneumatici entro il 31/12/2016 in uno delle tante officine in Italia affiliate con Superservice.

La copertura assicurativa vale per tutti i tipi di pneumatici?

Non esattamente. Come già accennato, il servizio è un’esclusiva per i soli pneumatici Goodyear e Dunlop. Le due rinomate case produttrici americane vantano una partnership con Superservice ormai solida e duratura e Super Assistance è soltanto la punta di diamante di una lunga serie di co-promozioni. Vale la pena aggiungere che il servizio si riferisce soltanto alle vetture cosiddette normali, sono quindi esclusi veicoli commerciali, fuoristrada e altri mezzi speciali.

Cosa prevede (e cosa non prevede) la polizza assicurativa?

Una volta acquistati i nuovi pneumatici Goodyear e Dunlop, l’automobilista riceve una polizza sottoscritta in cui è riconosciuto il diritto di sostituzione in caso di urti e danni accidentali. Nello specifico, l’indennizzo prevede:

  • sostituzione gratuita fino a un massimo di 516,46 €, secondo i valori in vigore al momento dell’acquisto;
  • rimborso di 130 € IVA inclusa su traino stradale in caso di incedente e avaria;

Al contrario non prevede:

  • costi di manodopera e montaggio al momento dell’acquisto o della sostituzione;
  • un numero massimo di sostituzioni durante il corso del periodo assicurativo. Come ottenere la copertura assicurativa Superservice.

Se non ti è stato sufficiente questo esauriente specchietto, puoi sempre leggere il regolamento completo di Superservice.

Come ottenere la copertura assicurativa Superservice

Garantire i propri pneumatici con Superservice è veramente facile. Basta recarsi in uno dei 320 centri affiliati in tutta Italia e chiedere il cambio gomme con annessa copertura assicurativa. Chi lo sa, il centro più vicino potrebbe essere proprio il tuo gommista di fiducia!

Superservice vanta un network importante, fatto di professionisti esperti e competenti. La rete di officine aderenti è all’avanguardia in  materia di pneumatici e servizi per l’auto ed è per questo in grado di soddisfare ogni esigenza. Il mondo Superservice, infatti, non si contraddistingue soltanto per l’interessante copertura assicurativa per pneumatici Goodyear e Dunlop, ma anche per numerosi altri servizi. Assistenza tecnica, interventi di manutenzione straordinaria, strumentazioni tecniche innovativi per la cura dell’auto e molto altro.

Cerchi un gommista Superservice a Udine e provincia? VS Gomme a Fagagna fa proprio al caso tuo. A pochi chilometri dal capoluogo friulano, l’officina offre tutti i servizi della rete Superservice, copertura assicurativa inclusa!

vs gomme servizi assistenza pneumatici udine

Assistenza Pneumatici Udine? Tutti i Servizi di VS Gomme

Se stai cercando un gommista in provincia di Udine specializzato nella sostituzione e assistenza pneumatici sei nel punto giusto. VS Gomme a Fagagna, a pochi chilometri dal capoluogo friulano, offre da più di 10 anni servizi completi e specializzati nel settore delle gomme per auto. Vendita, manutenzione, custodia, riparazione cerchioni e non solo. Il servizio di assistenza pneumatici in provincia di Udine si estende a tutti i veicoli a due, tre o quattro ruote, anche mezzi agricoli e commerciali. Non mancano poi interventi di meccanica leggera per garantire il corretto funzionamento di ogni autoveicolo.

Ma qual è il segreto di gomme sempre affidabili? Certamente, la scelta del miglior servizio di assistenza pneumatici. A Udine VS Gomme sa come trattare una gomma e assicurarne le corrette performance. Conosciamo allora i servizi di punta dell’officina.

Assistenza pneumatici Udine: manutenzione, sostituzione e gonfiaggio

L’usura delle gomme è una questione troppo spesso sottovalutata dagli automobilisti. Prima di un lungo viaggio, o dopo tanti anni dall’ultimo cambio gomme è importante controllare lo stato dei propri pneumatici. L’officina offre un perciò un servizio di assistenza a Udine e provincia completo e certosino. L’occhio dello specialista è in grado di individuare lo stato di usura del battistrada, il livello di pressione delle gomme e tutte le altre specifiche fondamentali per una corretta tenuta di strada. Il servizio di assistenza pneumatici prevede allora:

  • sostituzione pneumatici per tutti i tipi di veicoli;
  • valutazione dell’usura del battistrada;
  • cambio gomme invernali ed estive a seconda della stagione di riferimento;
  • gonfiature gomme, anche con azoto.

È possibile richiedere il servizio di assistenza pneumatici a Udine e provincia anche per i mezzi agricoli! Questi particolari veicoli si distinguono per gomme differenti da quelle convenzionali e soltanto la mano dell’esperto può garantirne un corretto trattamento.

Ogni intervento è eseguito con attrezzature moderne e le gomme a disposizione dell’officina sono garantite dai migliori marchi in circolazione come Good Year, Michelin, Continental, Pirelli e Dunlop.

La cura delle gomme al primo posto

Gli pneumatici, si sa, sono un elemento nevralgico per quel che riguarda  sicurezza, tenuta di strada e performance di frenata di una vettura. La mission di VS Gomme è proprio questa: assicurare all’automobilista una guida sempre comoda e sicura. E a questo fine, i servizi non si fermano alla mera assistenza e manutenzione.

Custodia pneumatici

Il servizio di custodia pneumatici è fondamentale per chi non ha spazio in garage o ha paura di umidità e classico invecchiamento da magazzino. In cosa consiste la custodia dei pneumatici? Durante i cambi di stagione è obbligatorio sostituire le gomme estive con quelle invernali (e viceversa). Per questo si rende necessario che gli pneumatici messi momentaneamente da parte non perdano di qualità e prestanza. Dove, se non sotto la protezione di VS Gomme?

Cura dei cerchioni

La cura dei cerchi in lega è un servizio altrettanto importante che andrebbe fatto regolarmente. Non è soltanto una questione di estetica, ma anche di tecnica. Gomma e battistrada possono infatti risentire notevolmente di una mancata pulizia del cerchione. L’officina friulana effettua anche in questo caso un servizio completo e soddisfacente. Il trattamento avviene senza detersivi che potrebbero rovinare il pneumatico e viene effettuata su tutta la ruota. Ciliegina sulla torta? La possibilità di sostituzione dei cerchi in leghe, sempre delle migliori marche quali MAK, Dotz e  Stilauto.

Tutti i servizi di VS Gomme

Il centro di assistenza pneumatici Udine e provincia offre una gamma di servizi veramente completa. Oltre a quanto già descritto non mancano i servizi di meccanica leggera per ottimizzare l’assetto e la ciclistica dell’auto. Tra le tante prestazioni:

  • rettifica del disco del freno senza smontarlo;
  • manutenzione valvole TPMS (vale a dire le valvole speciali integrate di monitoraggio pressione pneumatici);
  • sostituzione olio-filtro, molle-ammortizzatori;
  • manutenzione e ricarica dei climatizzatori d’aria;
  • servizi di convergenza ed equilibratura gomme (anche computerizzata) per tutti i veicoli;
  • auto di cortesia.

Cordialità e professionalità completano il quadro per un servizio di assistenza pneumatici con la S maiuscola. Dove, se non a Udine e provincia!

misura prodondita battistrada pneumatico

Qual è lo spessore minimo del battistrada dei pneumatici?

Qual è lo spessore minimo del battistrada dei pneumatici?

Hai mai osservato il battistrada di uno pneumatico?

Leggi questo articolo, poi sono sicuro che ci presterai molta più attenzione!
Controlla che la profondità sia maggiore di 1,6mm questo difatti è la misura dello spessore minimo del battistrada degli pneumatici.

Se la profondità dello spessore del tuo pneumatico è inferiore a 1,6mm non solo contravvieni alle regole stradali rischiando dagli 85€ ai 338€, ma sopratutto, metti a rischio la tua sicurezza a quella degli altri!

Il battistrada è fondamentale per la tenuta di strada

C’è differenza nel battistrada tra gomme estive e pneumatici invernali?

Sì, l’intaglio del battistrada nei pneumatici è diverso tra le gomme estive e quelle invernali.
La profondità del battistrada consigliata per i pneumatici estivi misura un minimo di 4 mm, mentre per le gomme invernali lo spessore consigliato è di 3mm.
L’intaglio sulle gomme è fatto in base alle condizioni atmosferiche tipiche della stagionalità del pneumatico, di conseguenza sono diversi anche nella forma.

Come misurare lo spesso del battistrada delle gomme?

Quasi tutti i moderni pneumatici hanno un indicatore dell’usura della gomma.

Questo semplifica notevolmente la lettura della profondità del battistrada.

Se il tuo pneumatico non avesse questo indicatore visivo, puoi sempre utilizzare uno strumento che serve specificatamente ad indicare l’usura della gomma. Ci sono 2 tipologie di strumenti che si possono usare, uno professionale e uno più amatoriale.

Lo strumento amatoriale è una specie di righello che viene allungato e viene poi fatta la differenza tra la parte estratta e il valore a riposo.
L’immagine di seguito ne esplica l’utilizzo meglio di molte parole:

misura prodondita battistrada pneumatico

Per una rilevazione professionale si può utilizzare il laser a triangolazione per misurare la profondità del battistrada sull’intero profilo della gomma. Questo strumento è parte del pavimento sopra il quale si può effettuare la rilevazione: l’automobile passa sopra e viene effettuata la scansione.

In questo modo si possono verificare anche convergenza e campanatura.

Se lo spessore del battistrada è inferiore a quanto indicato c’è il rischio di acquaplaning.

Le incisioni presenti sulle gomme servono appunto ad avare una maggiore aderenza, facendo scivolare di lato l’acqua in eccesso. Se la gomma è troppo usata la trazione si riduce notevolmente.

Per un controllo gratuito dello stato delle tue gomme non esitare a visitare VS Gomme a Fagagna (UD).

Convergenza sbagliata

Convergenza delle gomme: ogni quanto farla?

Ogni quanto effettuare la convergenza delle gomme?

Sai già cos’è la convergenza e a cosa serve?

Ogni volta che si fa il cambio gomme, il gommista controlla anche la convergenza. Inoltre se senti delle vibrazioni durante la guida, è opportuno effettuare un controllo.
Già guardando le gomme si può notare un consumo anomalo, irregolare: saranno più consumate verso l’interno o verso l’esterno.

Se ti accorgi di avere le gomme con un difetto del genere porta l’auto da un gommista esperto, in modo che faccia la convergenza per le quattro ruote.
Questo controllo si può svolgere anche grazie ad uno strumento specifico, chiamato “assetto-ruote“, dotato di un computer che analizza le gomme e ne corregge i difetti. Il funzionamento si base su tre parametri: Toe, Camber e Caster.

  • Toe: le ruote sono inclinate verso l’esterno oppure verso l’interno sull’asse longitudinale dell’atuo
  • Camber: anche detto campanatura è l’angolo con cui la superficie della ruota tocca l’asfalto.
    Ha un valore negativo quando la parte inferiore della ruota è esterna rispetto a quella superiore. Positivo in caso contrario.
  • Caster: è l’inclinazione del portamozzo. Agisce a ruote sterzate e rende il camber più negativo sulla ruota esterna e più positivo su quella interna durante una curva.

Grazie ai macchinari di oggi – con tecnologia 3D e raggi laser – riescono a rilevare gli angoli delle ruote e delle sospensioni in maniera automatica e sopratutto in pochissimi istanti.

Diversi sono i motivi per cui le gomme possono perdere la convergenza, i principali sono gli urti causati da buche nell’asfalto oppure da errori in fase di parcheggio. Inoltre con il tempo le ruote spostano la convergenza andando ad intaccare le prestazioni di guida.

Ulteriore possibile causa può essere dovuta ad un pezzo meccanico cambiato in maniera errata. Buona norma è far controllare sempre la convergenza prima di mettersi in movimento.

Convergenza sbagliata

Qual è il miglior angolo per la convergenza?

In base all’ampiezza dell’angolo si possono ottenere diversi effetti in quanto a prestazioni.

Se l’angolo è molto ampio, aumenta anche la stabilità e la tenuta sull’asfalto: meglio nell’ingresso nelle curve veloci.

Se l’angolo è molto stretto, la guida sarà più dolce : meglio nell’ingresso delle curve lente.

Convergenza ed Equilibratura

Assieme alla convergenza è necessario anche fare l’equilibratura delle gomme. Ma cosa vuol dire fare l’equilibratura?

Correggere la rotazione della gomma per fare in modo che sia omogenea. Questa operazione è da svolgere al momento del cambio gomme oppure quando si sentono vibrazioni anomale durante la guida.

Se hai ancora dubbi sulla convergenza delle ruote ti invito a leggere cos’è la convergenza.

Convergenza gomme

Convergenza delle gomme: cos’è e a cosa serve?

Cos’è la convergenza delle gomme?

La convergenza delle ruote è una regolazione a livello meccanico che ha lo scopo di rendere uniforme l’usura dei pneumatici.
Il principale vantaggio di fare la convergenza delle gomme è quello di mantenere una buona tenuta di strada, in particolare in curva, e a stabilizzare la direzione rettilinea rendendo più confortevole la guida.

A cosa serve la convergenza delle ruote?

Come abbiamo visto nell’articolo sulla pressione dei pneumatici le gomme sono l’unico punto di contatto con l’asfalto, a causa dell’attrito sulla superficie tendono a deviare rispetto alla loro posizione iniziale. In questo modo il senso di marcia non è più rettilineo.

Questo è il motivo per cui le ruote non son da montare sulla stessa linea, bisogna ruotarle verso l’interno o verso l’esterno: questo procedimento è detto Convergenza delle ruote.

Convergenza Positiva e Convergenza Negativa

Convergenza gomme

Come da immagine ci possono essere tre tipi di Convergenza delle gomme:

  • La Convergenza positiva delle gomme si ha quando prolungando gli assi delle singole gomme, questi si incontrano davanti all’automobile;
  • La Convergenza neutra si ha quando gli assi delle ruote sono tra loro paralleli.
  • La Convergenza negativa delle gomme si ha quanto prolungando gli assi delle gomme anteriori, questi si incontrano dietro l’automobile.

Utilità della Convergenza delle ruote

Fare la convergenza delle gomme è utile per controbilanciare tutte le forze che agiscono sulle gomme: sia quelle provenienti dal terreno, sia quelle dovute ad accelerazioni e accelerazioni laterali.

Se le gomme non sono convergenti e il manto stradale presenta irregolarità una ruota tenderà a tirare con più forza verso la sua direzione. Questo difetto può essere risolto manualmente, il guidatore deve controsterzare, oppure in maniera seria, consigliata e professionale montando le gomme in maniera corretta.

La convergenza tra le ruote stabilizza la guida, in questo modo l’automobile procede correttamente e la macchina risponde in maniera più solerte alla sconnessione del manto stradale.

Qual è il miglior angolo per la convergenza?

In base all’ampiezza dell’angolo si possono ottenere diversi effetti in quanto a prestazioni.

Se l’angolo è molto ampio, aumenta anche la stabilità e la tenuta sull’asfalto: meglio nell’ingresso nelle curve veloci.

Se l’angolo è molto stretto, la guida sarà più dolce : meglio nell’ingresso delle curve lente.

Puoi continuare a leggere ogni quanto effettuare la convergenza

Grafica pressione errata

Qual è la giusta pressione dei pneumatici?

Utilizzare la giusta pressione dei pneumatici è FONDAMENTALE

I pneumatici sono l’unica parte dell’automobile a contatto con la strada, ci avevi mai pensato?
Sono assolutamente fondamentali per le buone prestazioni della vettura.

Controlla spesso la pressione delle gomme, ma sopratutto attento a non gonfiare in maniera sbagliata i pneumatici.

La pressione delle gomme varia a seconda del pneumatico utilizzato: tra quelli invernali e quelli estivi c’è molta differenza, ecco alcune delle domande che potresti porti e a cui troverai risposta seguendo gli articoli.

  • Qual è la pressione ideale per un pneumatico?
  • Come faccio a controllare la pressione delle gomme?
  • Ogni quanto devo controllare la pressione dei pneumatici?
  • Cosa succede se gonfio male le gomme?
  • Si può gonfiare le gomme con l’azoto?

Qual è la pressione ottimale dei miei pneumatici?

Per sapere qual è il livello ideale di pressione delle gomme puoi consultare il libretto dell’automobile, alla sezione relativa al gonfiaggio delle ruote. Inoltre in molte vetture è presente l’informazione sullo sportello del serbatoio oppure direttamente sul montante della portiera lato conducente.

La pressione ideale cui gonfiare i pneumatici è quella indicata direttamente dal produttore dell’automobile. Questo valore è espresso in “bar” e varia tra i 2.0 e i 3.0 bar. Precauzioni particolari per la pressione delle gomme:Se stai partendo per un viaggio lungo, aumenta il livello di pressione di +0.3 bar.Se hai un rimorchio, aumenta il livello di pressione delle gomme anteriori di +0.4 bar.

In che modo posso controllare la pressione dei pneumatici?

controlla pressione pneumatici

Il sistema più utilizzato è quello di sfruttare gli strumenti messi a disposizione nelle aree di servizio più attrezzate, il manometro del compressore indica la pressione attuale della gomma.

  • Presta attenzione quando allacci il rilevatore di pressione alla ruota,
  • Quando gonfi la gomma dai dei piccoli colpetti per aumentare pian piano la pressione, verso il valore ottimale, in modo da raggiungerlo con precisione.
  • Rileva il livello della pressione a freddo, lascia riposare l’automobile a motore spento in modo da evitare errori in fase di misurazione.

Ogni quanto controllare il gonfiaggio delle gomme?

Col passare del tempo è normale che i pneumatici perdano pressione, la gomma non può prevenire la completa e graduale perdita d’aria. Controlla il valore della pressione almeno una volta al mese. Ogni volta che percorri lunghi tragitti, ricordati di controllare la pressione.

Indicatore di gonfiaggio errato del pneumatico è l’usura anormale della gomma: se il pneumatico è più usurato verso il centro o verso i bordi del battistrada, questo è indice di un errato livello di pressione delle gomme.

Quali sono le conseguenze di una pressione sbagliata?

Grafica pressione errata

Una ruota gonfiata in modo sbagliato ha impatto negativo sulle prestazioni di guida, sulla resa chilometrica della gomma e soprattutto sulla sicurezza dei passeggeri. Infatti, un pneumatico poco o troppo gonfio presenta un livello d’usura disomogeneo, deteriorando il battistrada in maniera tale da inficiarne la longevità. Come effetto si avrà un abbassamento generale delle prestazioni della gomma.

Le conseguenze di un errata pressione delle gomme sono:
  • Maggiore usura delle gomme;
  • Minor longevità delle gomme;
  • Aumento dello spazio di frenata;
  • Maggior consumo di carburante;
  • Minor tenuta stradale;
  • Maggior rischio di aquaplaning.

Approfondisci il tema della pressione dei pneumatici leggendo l’articolo su pressione alta e bassa.
Leggi anche gli altri articoli della categoria pressione gomme.

VS Gomme si trova in Via Giovanni Pilacorte, 8, a Fagagna.